Get Adobe Flash player

Archivio

Contrassegni scaduti

Valutazione attuale:  / 0

 

 

 

                       Polizia Locale di Riccione

Questa volta sono stati due agenti liberi dal servizio a sorprendere un automobilista ad   utilizzare un pass disabili intestato ad una persona deceduta.
Venerdì pomeriggio, ai due operatori del Comando di Riccione non è passata inosservata l'autorizzazione di colore arancio esposta sul cruscotto di un veicolo parcheggiato in piazzale Aldo Moro. Il contrassegno, scaduto nel 2017, è risultato intestato ad una persona residente a Misano Adriatico. Il tagliando era ancora in utilizzo al figlio nonostante la persona fosse deceduta da diverso tempo.
A seguito di ulteriori accertamenti del Presidio di Misano Adriatico la persona era in possesso anche di un'altra autorizzazione scaduta nel 2005 e mai restituita agli uffici preposti.
Ricordate che il contrassegno può essere utilizzato su qualsiasi veicolo esponendolo in maniera ben visibile e in originale, purché la persona titolare sia presente e pertanto ne possa usufruire.

…..Omissis …..

 

Fonte: Fotografa l'Impostore su Facebook

Farsi un bagno a Portonovo

Valutazione attuale:  / 0

PORTONOVO. ABBATTUTE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE PER FARSI UN BAGNO AL MARE.

(vedi Video del Sito)

 

Nel 2017 l’area disabili a Portonovo, lato Molo, era un’idea appena approvata dal Bilancio Partecipato del Comune di Ancona e nel 2018 è diventata realtà una piazzola realizzata per le persone con difficoltà motorie.

Si tratta di una piattaforma di legno, realizzata ai margini degli stabilimenti balneari, dove sono stati posizionati 5 ombrelloni, delle sdraio ad altezza carrozzina ed altrettante sedie regista.

E’ stata però solo l’estate 2019 a vedere il perfezionamento del Progetto “Acqua per tutti” della UILDM che ha trasformato Portonovo in un vero e proprio gioiello per i disabili.

La pedana in legno, installata quest’anno, permette alle carrozzine e alle persone con stampelle di raggiungere bagnasciuga, acqua e box doccia. Sempre quest’anno è stato completato il percorso per raggiungere il bar e il ristorante Da Emilia, rendendo così autonome le persone che utilizzano tale piattaforma.

Edoardo Rubini, aiutato dai suoi assistenti, responsabile del balneare, ha avuto l'incarico di occuparsi delle persone disabili che scelgono di sostare su tale postazione, aiutandole con grande professionalità a scendere in acqua con la sedia a mare che ha in dotazione.

Come responsabile provinciale dell’Associazione Aniep, ho promosso la baia e ringraziato Comune, cittadini e assistenti bagnanti, che hanno letteralmente trasformato per molti un sogno in realtà, in primis per me che ho potuto fare il bagno a Portonovo dopo anni di impedimenti.

Con piacere ho visto questo luogo frequentato non solo da persone disabili, adulti e bambini, ma anche da anziani con difficoltà motorie. Davvero “Acqua per tutti”.

Per la prossima stagione estiva il Comune raddoppierà il numero dei parcheggi H limitrofi a tale zona, portandoli dagli attuali 2 a 5, realizzerà un nuovo bagno e provvederà a creare un percorso idoneo per le persone ipo/non vedenti.

10/09/2019

Maria Pia Paolinelli

IL PONTE DI COLLEMARINO

Valutazione attuale:  / 0

         

IL PONTE DI COLLEMARINO

Da una Signora di Collemarino che aveva richiesto l’interessamento dell’Aniep di Ancona per la sistemazione del camminamento all’uscita dell’ascensore lato mare, riceviamo le seguenti mail:

Buongiorno, stamattina una bella sorpresa!!Camminamento pronto adiacente la ferrovia, anche se per essere perfetto servirebbero altre mattonelle in modo da collegarle al vecchio camminamento, come si può vedere dalle foto.

In questi giorni sono scesa con il passeggino e ho avuto modo di testare bene il percorso che, come può vedere dalla seconda foto, andrebbe integrato in discesa di almeno 2-3 metri, altrimenti così com’ è, la risalita risulta impossibile per le carrozzine disabili.”

In seguito riceviamo dalla Signora quanto segue:

Comunque confermo che il camminamento è completo, dall’ ascensore fino al sottopasso di Collemarino, quindi oltre il "libero bar" che è quello della spiaggia libera, fino al bar batabano’ che è il primo stabilimento di Collemarino-Palombina.

Ieri l ho fatto tutto con il passeggino in maniera molto agevole, quindi anche per le carrozzine disabili credo sia a norma.”

Aniep di Ancona, nel proseguire a difendere i diritti civili dei disabili e nel continuare a propagandare la culture sulle diversità, ringrazia tutti i soggetti intervenuti per la realizzazione di quanto sopra.

La Redazione.

                                                                

DOLPHINS GO

Valutazione attuale:  / 0

Stefano Occhialini

 

Non sono solito commentare su Facebook troppe cose, così come non mi piace mettere in mostra piccoli o grandi traguardi personali raggiunti. Ma questa volta mi sento di farlo...
Oggi a Bologna, i miei amati Dolphins, sono arrivati secondi al Primo Memorial Galavotti, battendo in una gara spettacolare i padroni di casa dei Rangers.... Quella coppa davanti a me è un riconoscimento che mi è stato dato quale miglior giocatore del torneo... sicuramente un riconoscimento di poco conto rispetto a scudetti e Mondiali vinti da molti dei miei colleghi oggi presenti in campo... tuttavia ha un sapore speciale e mi sembra giusto dedicarlo a persone speciali.
Prima di tutto a Biccio, grandioso avversario nei miei primi anni in questo magnifico mondo. Oggi, quell'aria un po' magica e malinconica che si respira in tornei che ricordano amici che non ci sono più, ha forse contribuito a ritrovare almeno in parte quel ragazzino esuberante che iniziava a calcare per le prime volte i campi di hockey. Tu, che eri l'estro di quello sport che muoveva in quegli anni i suoi primi passi, oggi avresti goduto di quello spettacolo che i tuoi Rangers e gli amici-rivali Dolphins hanno dato in campo. Senza di te forse molti più ragazzi sarebbero anche oggi a casa a giocare sempre alla play, invece di "calpestare" palazzetti pieni di vita... grazie...
Le altre persone speciali che vorrei ringraziare sono proprio i miei Dolphins. Oggi, nonostante gli errori che anche i migliori commettono, avete e abbiamo dimostrato di essere una squadra. La stagione è appena iniziata, ma la grinta di voler tornare grandi la avete già palesata... Lo avete fatto ogg tutti voi che avete giocato, lo abbiamo dimostrato tutti nel primo allenamento stagionale, lo abbiamo dimostrato nelle tante iniziative che hanno contraddistinto questa nostra estate. Si lotta insieme, si sbaglia, si lotta ancora e si gioisce urlando Goooool!! Nessun giocatore esisterebbe se non avesse una squadra, nessuno può far bene se non è aiutato dai suoi compagni. Siamo artefici del nostro destino e noi, il nostro vogliamo renderlo meraviglioso!! Non è forte chi non casca mai, ma colui che ha sempre la forza di rialzarsi e noi, oggi abbiamo avuto forza di farlo numerose volte, fino a quel gol, magari fortunato sì, che però a meno di un secondo dalla fine ci ha fatto gioire tutti insieme!!!! Grazie ragazzi!!! Forse è un piccolo riconoscimento e una piccola vittoria, ma oggi per me come per voi vale tanto... questo è solo l'inizio!! Da adesso comincia il nostro nuovo cammino.... Go Dolphins!!!!

USO CORRETTO DEL CONTRASSEGNO DISABILI

Valutazione attuale:  / 0

 

 
 
Uso corretto del contrassegno disabili
 
Il contrassegno consente ai veicoli al servizio della persona disabile:
- di circolare (transito)
1.-nelle zone a traffico limitato (Ztl), quando è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità (artt. 11, c.1 e 3, e 12 D.P.R. 503/1996);
2. -nelle zone a traffico controllato (Ztc) (artt. 11, c.1 e 3, e12 D.P.R. 503/1996);
3. -nelle aree pedonali urbane (Apu), quando è autorizzato l’accesso anche a una
sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità (artt. 11, c.1 e 3, e art. 12 D.P.R. 503/1996);
4. -nelle vie e corsie preferenziali riservate ai mezzi di trasporto pubblico e ai taxi
(art. 11, c.4, D.P.R. 503/1996);
5. - in caso di blocco, sospensione o limitazione della circolazione per motivi di
sicurezza pubblica, di pubblico interesse e per esigenze di carattere militare oppure
quando siano previsti obblighi e divieti, temporanei o permanenti, anti inquinamento,
come le domeniche ecologiche o la circolazione per targhe alterne (art. 188
Regolamento di esecuzione del CdS).
 
Il diritto di accesso dei veicoli al servizio della persona disabile titolare di un contrassegno è riconosciuto in tutte le aree carrabili dove è ammessa una sola categoria di veicoli; tuttavia è da tener presente che le modalità attraverso le quali questo accesso nella Ztl viene regolamentato possono variare da Comune a Comune
.
Infatti, in alcuni casi è sufficiente l’esposizione del contrassegno mentre in altri, soprattutto se sono presenti varchi elettronici, bisogna preventivamente comunicare il numero della targa del veicolo.
Quindi, per evitare di ricevere un’impropria sanzione, per cui si dovrebbe successivamente fare ricorso al Prefetto o Giudice di Pace del comune in questione,
è sempre opportuno informarsi preventivamente presso i competenti uffici del comune di destinazione.
 
- di parcheggiare (sosta)
 

a. negli appositi spazi riservati nei parcheggi pubblici, ad eccezione degli stalli di

parcheggio personalizzati (cioè riservati al veicolo al servizio di un singolo titolare di
contrassegno disabili);
b. nelle aree di parcheggio a tempo determinato, senza limitazioni di orario e
senza esposizione del disco orario, ove previsto (art. 188, c. 3, CdS);
c. nei parcheggi a pagamento (delimitati dalle cosiddette strisce blu), gratuitamente, quando gli spazi riservati risultino già occupati, se espressamente stabilito dal
Comune;
d. nelle zone a traffico limitato (Ztl) o nelle zone a sosta limitata (Zsl), senza limiti
di orario, quando è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a
servizi di trasporto e pubblica utilità (art. 11 D.P.R. 503/1996);
e.nelle zone a traffico controllato (Ztc) (art. 11 D.P.R. 503/1996);
f. nelle aree pedonali urbane (Apu), quando è autorizzato l’accesso anche a una
sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità (art.11D.P.R.
503/1996);
g. in caso di blocco, sospensione o limitazione della circolazione per motivi di
sicurezza pubblica, di pubblico interesse e per esigenze di carattere militare oppure
quando siano previsti obblighi e divieti, temporanei o permanenti, anti inquinamento,
come le domeniche ecologiche o la circolazione per targhe alterne (artt. 188 CdS e 381 Regolamento di esecuzione del CdS, art. 11 D.P.R. 503/1996);
h. nelle zone di divieto o limitazione di sosta, purché il parcheggio non costituisca intralcio alla circolazione.
 
Il contrassegno disabili non autorizza alla sosta nei luoghi dove le principali norme di comportamento lo vietano , vale a dire dove reca intralcio o pericolo per la circolazione.
 
Non è quindi consentita
nei seguenti casi:
1. dove vige il divieto di sosta con rimozione forzata;
2. dove vige il divieto di fermata;
3. in corrispondenza di: passo carrabile, attraversamenti pedonali e ciclabili, ponti, dossi, cavalcavia, strettoie, passaggi a livello, gallerie, segnaletica verticale
occultandone la vista, aree di fermata bus, corsie di scorrimento dei mezzi di
trasporto pubblico;
4.  in corrispondenza o in prossimità delle intersezioni;
5.  in seconda fila, sui marciapiedi, sulle piste ciclabili, contro il senso di marcia;
6.  nelle aree riservate ai mezzi di soccorso e di polizia;
7.  negli spazi per i mezzi pubblici o nelle aree riservate al carico / scarico delle merci;
8.  negli spazi di parcheggio personalizzati (ad personam) cioè riservati a un singolo titolare di concessione con apposita segnaletica che riporta il numero dell’autorizzazione;
9. nelle zone a traffico limitato (Ztl), quando non è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità;
10.  nelle aree pedonali urbane (Apu), quando non è autorizzato l’accesso anche ad una sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità.
 
Per conoscere nel dettaglio le Zone a Traffico Limitato (Ztl) e le Aree Pedonali Urbane (Apu), si consiglia di contattare la Polizia Municipale del Comune interessato.

Sottocategorie

Voglio Diventare Socio

Chi è online

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online