Get Adobe Flash player

Attività

Lettera ai Benefattori 2018

Valutazione attuale:  / 0

                                                                    

 

ANIEP

ASSOCIAZIONE NAZIONALE

PER LA PROMOZIONE E LA DIFESA

DEI DIRITTI CIVILI E SOCIALI

DELLE PERSONE DISABILI

 

 

 

 

 LETTERA AI SOCI e BENEFATTORI 2018

Caro socio/a e benefattore/ce,

anche quest’anno la nostra Associazione si ripresenta per il consueto resoconto delle attività svolte nel 2017 e per illustrare i futuri progetti.

Innanzitutto un dovuto ringraziamento per l’importante sostegno fornitoci fino ad ora. La situazione economica che continua a non essere favorevole, i tagli effettuati nel terzo settore rendono sempre più difficile il nostro lavoro e contare sul vostro aiuto e la vostra solidarietà è per noi fondamentale.

Come sempre il nostro principale obiettivo è promuovere la cultura della disabilità e delle pari opportunità: un percorso iniziato nel 1957 e rivolto alle persone disabili, agli anziani e a tutti i soggetti in fragilità permanente o temporanea.

Ogni anno al rinnovo del tesseramento la stesura di questa lettera rappresenta il momento di bilanci e riflessioni.

Guardandoci indietro, siamo soddisfatti di ciò che abbiamo fatto grazie anche al tuo aiuto, pur fra le molte difficoltà che tutte le associazioni di volontariato incontrano.

COSA ABBIAMO FATTO E COSA FAREMO NEL CORSO DEL 2018

  • -Collaborazione con i Comuni di Ancona, Chiaravalle e Castelfidardo per la redazione del PEBA, ovvero Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, Legge approvata nel 1986 e mai adottata. Solo rimuovendo gli ostacoli creati dalle barriere architettoniche, nonché gli ostacoli mentali e culturali, si potrà restituire alla persona disabile la piena dignità, mettendola in grado di essere attivamente partecipe nella società in cui vive.
  • Partecipazione alle attività della Consulta Regionale della Disabili, del Coordinamento AREA, gruppo di associazioni di volontariato presenti nel territorio marchigiano, del Comitato INRCA       Istituto Nazionale di Riposo e Cura per Anziani.
  • Progetto “Accessibilità spiagge” perché il mare sia di tutti. Anche quest’anno l’Aniep ha consegnato la Job al Titolare dello Stabilimento balneare del Passetto di Ancona “Il Valentino” per permettere anche ai disabili motori l’accesso al mare. In tale occasione ha incontrato i tecnici del Comune per individuare (e successivamente realizzare) un percorso sicuro per l’utilizzo della Job in totale sicurezza. In fase di progettualità uno studio sui balneari della zona e sulla possibilità di renderli totalmente accessibili ai disabili motori e sensoriali
  • In Ancona, presso il Parcheggio “Best in Parking” di Piazza Pertini sono presenti due scooter elettrici, gratuiti e fruibili dalle persone con ridotta capacità motoria per una mobilità sicura nel centro della città.
  • Progetto “La scuola incontra la disabilità”, percorso di formazione rivolto agli studenti delle scuole Medie Inferiori di Ancona per favorire la conoscenza della diversità, nonché l’inclusione e la piena integrazione dei ragazzi disabili nel gruppo classe e nella realtà scolastica.
  • Progetto ”Una città per tutti: Progettare senza barriere". Quarto anno di collaborazione con il Coordinamento AREA, di cui Aniep è partner, e con gli Istituti Superiori ISTVAS, Indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio di Ancona e Corinaldesi di Senigallia per realizzare studi e progetti di abbattimento delle barriere architettoniche nelle rispettive città.
  • 10 novembre 2017 Convegno "Legge dopo di Noi - Luci ed Ombre sul futuro" organizzato dal Coordinamento AREA, per sensibilizzare la società civile sui delicati temi della disabilità. Più nello specifico, promuovere la conoscenza, gli aspetti positivi e le ombre che la Legge 112/2016 propone il contesto normativo e i possibili impatti concreti; il ruolo della famiglia, delle istituzioni e delle rappresentanze associative nella costruzione del ‘progetto individuale di vita’; gli strumenti di tutela patrimoniale delle persone con disabilità.
  • Accessibilità Parchi: In fase di progettualità uno studio sui parchi della zona e sulla possibilità di renderli totalmente accessibili ai disabili motori e sensoriali, con la collaborazione di altre associazioni.
  • Accessibilità disabili alle Aree adibite alla pesca sportiva: collaborazione al progetto di una associazione di Pioraco (MC).
  • 3 dicembre 2017 : Matinéé di Musica e Poesia a Palazzo Campana di Osimo con la collaborazione del Coro Polifonico “ David Brunori “ di Moie di Maiolati Spontini per ricordare la Giornata Internazionale della Disabilità, promuovere e rafforzare i valori dell’inclusione e della piena integrazione di tutti.
  • Banchetti per sensibilizzare e per raccolta fondi.
  • Progetto di collaborazione con l’Associazione Lupi della Selva. Il loro fine è quello di formare nuovi atleti di sport cinofili, ma anche addestrare i cani a non essere diffidenti nei confronti dei disabili e provvedere al loro salvataggio in caso di calamità, in collaborazione con la Protezione Civile.

Di seguito ricordiamo i servizi forniti dalla nostra Associazione:

ü  Informazioni in ambito sociale, culturale e del tempo libero, nonché informazioni su tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità (leggi, assistenza, notizie fiscali, agevolazioni …), che vengono costantemente aggiornate attraverso un sito opportunamente dedicato www.aniepancona.it e la pagina Facebook Aniep Sezione Ancona;

ü  Consulenza aggiornata sui vari tipi di ausili in commercio sulla base di una ampia esperienza.

ü  Attività socio culturale, coordinata e programmata a supporto e sostegno di persone svantaggiate che vengono messe in condizione di partecipare alla vita della città.

ü  Servizio di controllo, consulenza e informazione su problemi di barriere, accessibilità, mobilità e presa in carico delle problematiche segnalate dai soci e dai cittadini in difficoltà puntualmente inoltrate agli enti di riferimento, con proposte di soluzioni.

ü  Servizio di trasporto disabili ed anziani fornito da nostro personale qualificato mediante pulmino. Servizio prestato anche per il trasporto al Centro Diurno di Villa Gusso dell’INRCA Ancona per le necessarie terapie dei pazienti con patologia Alzheimer.

ü  Contatti e collaborazione con le risorse del territorio e le fonti istituzionali.

Nel corso di questi incontri l’Aniep ha esposto all’Amministrazione alcuni suggerimenti per migliorare l’accessibilità ai portatori di handicap motori, come: 1) la richiesta di uno stallo per possessori di permesso H per accedere con la macchina al Parco della Cittadella; 2) servizi igienici accessibili nella nuova area del Porto Antico; 3) accessibilità al Museo della Città mediante percorsi dedicati e segnalati; 4) realizzazione e manutenzione di un camminamento sulla spiaggia libera per collegare il Ponte ciclo pedonale di Collemarino, lato mare, allo Chalet più vicino in modo da permettere lo spostamento sicuro di bimbi in carrozzina, di disabili motori e di anziani; accessibilità pullman trasporti urbani ed extra urbani.

Risolto il problema dell’accessibilità alla Biblioteca Civica Benincasa di Ancona. Presso l’ingresso secondario della biblioteca in P.zza del Papa è presente un parcheggio H (ricordiamo che è possibile accedervi iscrivendosi alla White List - Lista Bianca della Centrale Operativa della Polizia Municipale), inoltre telefonando ad un numero dedicato un addetto guiderà l’interessato alla sala consultazione utilizzando un ascensore.

Per portare avanti in modo efficace tutte queste iniziative abbiamo bisogno del contributo critico ed operativo di ogni socio. I nostri progetti e le idee che abbiamo in cantiere sono frutto di lunghe discussioni fra i membri del direttivo.

La prossima assemblea per il rinnovo delle cariche (con data ancora da definire), sarà anche l’occasione perché i soci possano partecipare con le loro idee allo sforzo che stiamo compiendo.

Invitiamo tutti a partecipare più attivamente alla vita dell’associazione anche attraverso i Social (nostra pagina Facebook Aniep Sezione Ancona), il nostro sito www.aniepancona.it o la posta mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Confidiamo nella collaborazione dei Soci e dei Sostenitori anche con un contributo all’associazione per l’anno 2018, indispensabile per proseguire nella nostra attività di volontariato e per realizzare i nostri progetti.

Per aiutare Aniep potete anche sollecitare amici e conoscenti, parlare con aziende perché aiutino la nostra organizzazione o le facciano pubblicità. Se ci comunicherete le vostre iniziative, potremo inviarvi volantini e materiale informativo per fare sempre più conoscere la nostra attività; ed eventualmente un membro del direttivo potrà partecipare per fornire tutte le informazioni necessarie.

 

Ancona, 14/02/2018

                                                                                                                                 Il Presidente

       Maria Pia Paolinelli

                                                              

 

Peba Loreto dice si

Valutazione attuale:  / 0

Loreto dice sì al Peba

Di Silvia Santini - 20 dicembre 2017

LORETO – «Solo dopo la nostra denuncia-esposto alla Procura della Repubblica del gennaio scorso, il comune di Loreto ha adottato il Peba, piano eliminazione barriere architettoniche, con atto di giunta del 12 dicembre».

Plaude all’operato del Comune l’associazione “Luca Coscioni” tramite il segretario di cellula di Ancona Renato Biondini. Il Peba è uno strumento di individuazione degli interventi più idonei al superamento delle barriere architettoniche negli edifici e spazi pubblici, per garantirne una piena accessibilità e fruibilità anche da parte delle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale.

Nella proposta di Peba a Loreto si conta la presenza di 22 edifici comunali pubblici e l’eliminazione delle barriere architettoniche deve riguardare proprio quelli che hanno rilevanza pubblica (scuole, uffici pubblici, strutture di svago, sportive) e i percorsi urbani. Gli interventi stimati in un milione e 900mila euro potranno trovare finanziamento entro i limiti delle risorse disponibili.
In particolare con la redazione del piano si intende predisporre:
– una mappatura dell’esistente, per censire le principali barriere architettoniche ancora presenti in tutti gli edifici e gli spazi;
– un elenco degli interventi ritenuti indispensabili a conseguire l’obiettivo della piena accessibilità degli spazi pubblici, definendo criteri e livelli di priorità delle opere individuate come necessarie e predisponendo una stima economica delle stesse, ai fini del successivo inserimento nella programmazione dei lavori pubblici dell’ente e della predisposizione dei relativi progetti preliminari;
– la messa a sistema degli obiettivi prefissati in materia di accessibilità e fruibilità dei luoghi pubblici dall’Amministrazione Comunale nei diversi strumenti di pianificazione, individuando i contenuti comuni e coordinando tra loro le azioni già previste;
– la misura del grado di accessibilità e fruibilità della città nelle situazioni ante e post piano (monitoraggio), ossia prima della predisposizione del piano e successivamente all’attuazione dello stesso per favorire una migliore integrazione sociale e un più alto livello di qualità della vita a servizio di tutta la cittadinanza.

Fonte: CentroPagina

Che Noia Questi Disabili

Valutazione attuale:  / 0

Che noia questi disabili, disagi alla città di Pesaro e ai suoi abitanti

 

18/01/2018   Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore: Sono padre di un ragazzo disabile di 20 anni che complice una malattia neurologia degenerativa, ha scelto di stare sulla sedia a rotelle e creare quindi molti disagi alla città' di Pesaro, ai suoi abitanti e alla provincia tutta.

Quindi con questa lettera vogliamo chiedere scusa a tutte quelle persone ferme con le quattro frecce nei posti riservati ai disabili per avergli chiesto di spostarsi e fare 20 metri in più a piedi, scusa a quanti fatti spostare dal marciapiede o davanti agli scivoli, vogliamo chiedere scusa a quei ristoranti dove non siamo mai andati a mangiare perché non sono attrezzati per accogliere un disabile, scusa a quei negozi dove non entriamo perché capiamo che una piccola pedanina all'ingresso e' costosa ed esteticamente brutta, molto meglio un salutare è bellissimo scalone in marmo, scusa ai patronati ai quali paghiamo l'abbonamento e che abbiamo contattato per risolvere urgenti problemi burocratici, anzi ne approfitto per informarli che dopo più' di un anno di attesa abbiamo provveduto da soli e quindi di non considerare più la nostra pratica come......urgente.


Vogliamo chiedere scusa all'azienda dei trasporti pubblici: capiamo che è' giusto nel 2018 che i mezzi non siano attrezzati, che un ragazzo disabile non possa prendere un mezzo pubblico per andare in centro con gli amici. Ci spiace che nostro figlio abbia deciso di andare all'università di Urbino, capiamo che il pullmann pur passando a due passi da casa nostra non possa fare una sosta nonostante sia l'unico disabile in carrozzina ad andare ad Urbino, e' giusto che tutte le mattine faccia un km al freddo con la carrozzina o venga sempre trasportato. Troviamo giusto informare giorni prima sugli orari scolastici per avere il pullmann attrezzato e se per caso la scuola cambia orario o manca un professore, l'azienda se la prende con noi e i mezzi non sono a disposizione in altri orari.

Ci scusiamo con quell'autista che si è rifiutato di fissare con appositi agganci nostro figlio al posto a lui riservato per avergli chiesto di fare il suo dovere o a quello a cui abbiamo dovuto far vedere come estrarre la pedana, stupidi noi a pensare che guidando un mezzo attrezzato fosse a conoscenza del loro utilizzo. Ci scusiamo per avere suggerito di fare delle fermate rialzate per permettere alle carrozzine di entrare in tutti i mezzi senza l'utilizzo di apposite pedane, solo ora capiamo che soluzioni economiche e di facile realizzazione non bisogna mai avere la presunzione di proporle.

In sostanza ci scusiamo di avere scelto di essere disabili e che chiedere un po' di educazione, di collaborazione, di comprensione e perché no un po' di iniziativa sia un atto pretenzioso e noioso da sopportare. In fin dei conti è' risaputo che tutti quelli che come noi hanno scelto di avere questo tipo di vita generalmente navigano nell'oro e hanno le forze e le risorse per arrangiarsi da soli.

Quindi concludo rinnovando le nostre scuse e promettendo che da ora in poi faremo di tutto per fare da soli e non creare più' disagi così gravosi a nessuno.

Livio Nespoli

PEBA A CASTELFIDARDO

Valutazione attuale:  / 0

Martedì 6 febbraio presso il Comune di Castelfidardo si é tenuto il primo incontro pubblico di condivisione e di avvio delle attività che daranno luogo al Piano di Accessibilità Urbana per il centro storico.
Fra le associazioni presenti ANIEP e UICI della provincia di Ancona e la Luca Coscioni, attiva da anni nella Regione Marche per la promozione dei PEBA.

La Redazione 8/02/2018

La Scuola Incontra la Disabilità 2017_2018

Valutazione attuale:  / 0

 

La Scuola incontra la Disabilità 2017/2018

II^ Edizione Concorso

 

Per il secondo anno consecutivo l’Aniep, insieme alle associazioni Centro H, promotrice del progetto, Anglat Marche, Uildm Marche, Dolphins, ha partecipato alla Premiazione degli studenti delle scuole medie dell’Istituto Scolastico Pinocchio Montesicuro e dell’ISTVAS che nell’a.s. 2017/18 hanno aderito al Concorso La scuola incontra la di sabilità.
Un appuntamento così importante da far augurare al Vice Preside della Scuola Media che questo Progetto diventi parte integrante dell’Offerta Formativa della sua Scuola.
La lettura dei nove elaborati vincitori (5 delle Medie e 4 delle Superiori) ha messo in luce una bellissima realtà: questi studenti hanno dimostrato di possedere una grande maturità, empatia, sensibilità e conoscenza delle realtà vissute dalle persone disabili, di cui hanno raccontato il percorso di vita, compagni di scuola, famigliari o amici che fossero.
Pienamente raggiunto l’obiettivo di questo Concorso, avvicinare i giovani studenti al mondo della disabilità, promuovendo e rafforzando in loro i valori dell'inclusione e della piena integrazione di tutti, educandoli a sviluppare un modello vincente di crescita responsabile.
Mi auguro di poter proseguire questo importante percorso di sensibilizzazione e di integrazione nelle scuole con l’amico Enzo Baldassini e i presidenti delle altre associazioni partecipanti.
La cerimonia di premiazione è stato l’atto finale del corso di formazione , iniziato l’11 novembre scorso , da parte delle associazioni organizzatrici e proseguito dai docenti che hanno aderito al Progetto.
Alla cerimonia sono intervenuti Enzo Baldassini presidente del Centro H, Roberto Cosoli per Anglat, Maria Pia Paolinelli presidente di Aniep Ancona, Stefano Occhialini per i Dolphins Ancona e Simone Giangiacomi, presidente della sezione locale di Uildm; per il Comune gli assessori Stefano Foresi e Paolo Marasca; la dirigenza dell'IC Pinocchio Montesicuro e dell'ISTVAS.
A tutti gli alunni è stato consegnato un attestato di partecipazione e un gadget ricordo, ai vincitori un buono libri e l’attestato di vincitore , alle scuole partecipanti una targa realizzata dai ragazzi del Centro H.
Presidente Aniep Sezione Ancona 

Voglio Diventare Socio

Chi è online

Abbiamo 73 visitatori e nessun utente online