Get Adobe Flash player

Attività

La Disabilità nelle Emergenze

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Un’indagine sulla disabilità nei vari scenari di emergenza

 

Anche le persone con disabilità del nostro Paese e i loro assistenti di cura potranno fornire entro il 25 settembre una preziosa collaborazione all’indagine promossa dall’UNISDR, l’Ufficio delle Nazioni Unite che lavora per la riduzione del rischio in caso di calamità, emergenze umanitarie e disastri ambientali o di altra natura, che intende produrre documenti più inclusivi nei confronti delle stesse persone con disabilità.

 


Una persona con disabilità insieme

a due volontari della Croce Rossa,

in una delle tendopoli allestite in Emilia,

dopo il terremoto del maggio 2012

 

Tutte le persone con disabilità, i loro assistenti personali e/o quant’altri ne abbiano cura possono partecipare, fino al 25 settembre, all’importante sondaggio lanciato nelle scorse settimane dall’UNISDR, l’Ufficio delle Nazioni Unite che lavora per la riduzione del rischio in caso di calamità naturali, emergenze umanitarie, disastri ambientali o di altra natura (terremoti, alluvioni, condizioni meteorologiche estreme, epidemie, grandi incendi o incidenti industriali, collassi di edifici ecc.), e ora disponibile anche in italiano.
L’iniziativa è stata promossa in vista della tredicesima
Giornata Internazionale delle Nazioni Unite per la Riduzione dei Disastri (IDDR), in programma per il prossimo 13 ottobre, evento che si concentrerà appunto sulle questioni che mettono a rischio la vita di tutte quelle persone che vivono nel mondo con una qualsiasi disabilità, allo scopo di attivare e amplificare il dibattito sulle loro esigenze durante i vari scenari di emergenza.

Il documento di riferimento in questo àmbito è attualmente il Piano Decennale di Azione di Hyogo (HFA), adottato nel 2005, che spiega nei dettagli ciò che è richiesto da parte di tutti i diversi attori coinvolti, per ridurre le perdite umane in caso di disastri e calamità.
Sviluppato e concordato con i Governi, le Agenzie Internazionali, gli esperti del settore e molti altri interlocutori, l’ HFA delinea cinque priorità d’azione fondamentali e offre i princìpi guida e gli strumenti pratici per realizzare le possibilità di recupero dopo le catastrofi naturali e non.
Data quindi la mancanza, in generale, di dati sulle questioni legate alla disabilit
à, l’UNISDR sta conducendo l’attuale indagine, anche in vista del lavoro da svolgere nei prossimi due anni e per definire nel 2015 il nuovo Piano Decennale di Azione – le cui consultazioni hanno già avuto inizio nel marzo del 2012 – con l’obiettivo di elaborare un documento assai più inclusivo nei confronti di tutte le persone con disabilità.
Compilando quindi il questionario di relativa semplicità su cui si basa l’indagine – alla cui traduzione in italiano ha collaborato pure la nostra redazione – anche i nostri concittadini potranno collaborare ad ottenere questo risultato.
(S.B.)

Ricordiamo ancora che il questionario di cui parla nel presente testo è disponibile anche in italiano, cliccando sulla parola "disponibile".

10 settembre 2013
Fonte: Superando.it

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Voglio Diventare Socio

Chi è online

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online