Get Adobe Flash player

Attività

Lotta alle barriere architettoniche

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Lotta alle barriere: all’ISTVAS si replica

 

Basta con l’abbattimento delle barriere architettoniche, è ora di progettare senza barriere.

 

Per il secondo anno consecutivo Lunedì 24 Novembre 2014, presso l'Auditorium dell'ISTVAS Istituto Vanvitelli Stracca Angelini di Ancona si è tenuto il 1° incontro di formazione del progetto UNA CITTA' PER TUTTI: "Progettare senza barriere".

Ideato dal gruppo di lavoro Barriere dell’A.Re.A. per sensibilizzare gli alunni dell’indirizzo Geometri verso le tematiche della disabilità, questo progetto ha come obiettivo la formazione di tecnici in grado di realizzare una città senza barriere, dove l’accessibilità e la fruibilità dei luoghi sia garantita a tutte le persone che si trovano in difficoltà per qualunque motivo, elaborando mezzi e strumenti innovativi per realizzare la massima inclusione possibile.

Non si deve pensare che un disabile motorio o sensoriale, una persona con ridotta statura o eccezionalmente obesa trovino difficoltà solo per la mancanza di uno scivolo, perché ulteriori difficoltà si incontrano per una panchina od un tavolo non adeguati, un ascensore o mezzi di trasporto non attrezzati, i banconi delle reception o delle biglietterie troppo alti per chi è fruitore di una sedia a rotelle, l’esiguità dei percorsi tattili-plantari nelle strade e negli edifici pubblici e tanto altro ancora.

A questo primo incontro hanno partecipato un ingegnere esperto di progettazione di ambienti senza barriere e un rappresentate del gruppo A.Re.A.

Sono state illustrate le principali regole da adottare nella progettazione di spazi utilizzabili da coloro che hanno difficoltà nella deambulazione e sono state spiegate alcune delle più importanti normative in materia.

Il 3 Dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, si è svolto il secondo incontro con l'intervento di una componente del gruppo A.Re.A. che ha voluto sottolineare, attraverso un filmato, le criticità presenti in una zona del centro di Ancona, più nota come "Spina dei Corsi".

Successivamente il rappresentante del Collegio dei Geometri ha dato dei suggerimenti tecnici e degli spunti progettuali.

Nella terza ed ultima giornata di formazione, tenutasi il 22 Dicembre, un giovane architetto anconetano, che da anni vive a Rotterdam, ha illustrato ai giovani studenti le modalità di approccio alla progettazione di spazi pubblici nel Nord d'Europa, spiegando i concetti base della "Progettazione Partecipata" che prevede l’intervento anche di coloro che saranno i fruitori dell’oggetto o del luogo che si sta progettando.

Successivamente ha mostrato e commentato alcune immagini di opere realizzate in Olanda, sottolineando le soluzioni progettuali adottate e fornendo spunti originali per progettare senza barriere architettoniche.

Ricordando che la prima barriera da abbattere è quella culturale, auguriamo agli studenti dell’ISTVAS di riuscire a realizzare opere che promuovano l’effettiva partecipazione ed inclusione delle persone disabili all’interno della società.

 

La Redazione Aniep di Ancona

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Voglio Diventare Socio

Chi è online

Abbiamo 67 visitatori e nessun utente online