Get Adobe Flash player

Barriere e Mobilità

Parcheggi per Disabili - Domande e risposte

Dal Sito LISDHA NEWS -Avvocato Risponde

 

Pensando di fare cosa utile e gradita, di seguito riportiamo, nella forma di domanda e risposta, alcune interessanti informazioni sui parcheggi per disabili raccolte da sito  LISDHA NEWS.  

  1. Posto auto riservato nell'area condominiale

    Vorrei sapere se mi spetta un posto auto contrassegnato, nell'area condominiale, avevo sentito che in questo anno c'era stata una modifica.
    Milena

    Non mi risulta che vi siano state modifiche nella materia che viene tuttora disciplinata dal Decr. Min. Lavori Pubblici n. 236/1989. Se il condominio è stato completato successivamente all'entrata in vigore del Decreto (11 agosto 1989) ed è fornito di parcheggi, dovrà rispettare L'art. 8.2.3:
    "Nelle aree di parcheggio devono comunque essere previsti, nella misura minima di 1 ogni 50 o frazione di 50, posti auto di larghezza non inferiore a m 3,20, e riservati gratuitamente ai veicoli al servizio di persone disabili. Detti posti auto, opportunamente segnalati, sono ubicati in aderenza ai percorsi pedonali e nelle vicinanze dell'accesso dell'edificio. Al fine di agevolare la manovra di trasferimento della persona su sedia a ruote in comuni condizioni atmosferiche, detti posti auto riservati sono, preferibilmente, dotati di copertura".
    Purtroppo nell'articolo sopra citato non si parla di parcheggi riservati ai residenti con disabilità, ma si prevedono posti riservati ai veicoli al servizio di persone con disabilità, che potranno essere residenti o visitatori, comunque non riservati in via esclusiva. Le consiglio comunque di inoltrare una raccomandata con avviso di ricevimento all'amministratore affinché metta all'ordine del giorno della successiva Assemblea l'assegnazione di un posto auto a lei riservato e sperare che l'Assemblea approvi la mozione. Altrimenti non le resta che chiedere l'intervento del giudice di Pace.

2.  Sordomuti e contrassegno

Ho 63 anni, sono sordomuto, invalidido al 50% e con la legge 104. Ho la patente speciale e da sempre viaggio in auto. Vorrei sapere se, date le mie condizione mi è possibile avere il contrassegno di libera circolazione e di sosta.
Sportelli Franco -

Per quanto riguarda i contrassegni per usufruire dei parcheggi riservati e delle corsie riservate mi permetta di ricordare a tutti i nostri lettori che il giorno che vi saranno più contrassegni che posti per parcheggiare l'automobile il contrassegno diventerà inutile. Nel suo caso non so dirle se ha diritto o meno, dipende dal grado di difficoltà nella deambulazione.

 

3.   Parcheggi riservati occupati: come intervenire?
Recatomi alla Esselunga di Induno in un giorno di massima utenza ho visto parcheggiare un giovanotto rampante, alla guida di una potente fuori strada, sprovvista dell'apposito permesso, nell'unico posto libero riservato ai disabili. Alla mia contestazione mi ha risposto che non c'era altro posto. Contrariato mi sono recato presso la direzione del supermercato per far presente l'episodio. Mi hanno risposto di non avere alcun potere in merito e, pertanto, hanno chiamato i vigili di Induno, che a loro volta hanno dichiarato la loro incompetenza dato che il parcheggio è proprietà privata. Come si può far rispettare il diritto dei disabili alla priorità nei posti riservati su area privata?
G. L. - Induno (Va)

 

 E' vero che essendo privato il parcheggio i vigili urbani possono avere problemi di competenza. Peraltro la direzione del supermercato ha il dovere di mettere a disposizione un certo numero di posti riservati ai disabili in proporzione alla portata complessiva del parcheggio. Essendo la proprietà libera di destinare a chi vuole una parte dei propri spazi, qualora vi siano abusi, può ricorrere alle forze pubbliche chiedendo di far rispettare la propria volontà. Anche i vigili urbani potevano intervenire visti i poteri attualmente loro assegnati. Peraltro, culturalmente, interventi sulle proprietà private possono trovare maggiore risposta chiedendo l'intervento ai carabinieri od alla polizia. Chiederemo comunque alle associazioni di svolgere una campagna di sensibilizzazione dei dirigenti dei supermercati e anche dei vigili.

  

4.  Parcheggi riservati

Sono affetto da tetraplegia spastica con patente speciale e con notevoli difficoltà di spostamento in carrozzina. Siccome non possiedo un garage né un posto macchina vicino alla mia abitazione ed i posteggi pubblici sono lontani, chiedo se sia possibile ottenere uno spazio riservato sulla strada antistante al cancello del palazzo ove abito.
Mario Pavani - Como

Il regolamento al codice della strada (Dpr 610/96) ha previsto un'ipotesi di questo genere stabilendo all'art.381, comma 5 che:"nei casi in cui ricorrano condizioni di invalidità della persona interessata, il Sindaco può, con propria ordinanza, assegnare a titolo gratuito un adeguato spazio di sosta individuato da apposita segnaletica indicante gli estremi del "contrassegno invalido" del soggetto autorizzato ad usufruirne". Il disabile che è già in possesso del "contrassegno invalido" dovrà presentare specifica richiesta motivandola con riferimenti alla alta densità di traffico nella zona interessata (che può essere anche il luogo di lavoro), indicando il possesso o comunque la disponibilità dell'autoveicolo e l'abilitazione alla guida. 

 

5. Parcheggio vicino a casa

Gradirei sapere se un disabile non patentato "munito di regolare permesso rilasciato dal comune" ha diritto ad avere un posto riservato in prossimità della sua abitazione onde garantirgli l'accesso.
Lettera firmata
 

Ogni situazione va valutata caso per caso anche se qualora il disabile debba avvalersi di un autista normodotato per guidare l'autovettura si può presumere che gli sia meno necessaria l'individuazione di un posto accessibile nelle vicinanze della propria abitazione.
Occorre considerare inoltre che per il semplice parcheggio, carico e scarico il contrassegno consente la sosta praticamente quasi ovunque.

 

6. Segnale di parcheggio non regolamentare?

Sono il padre di una ragazza non deambulante, studentessa universitaria,
che quotidianamente accompagno all'università assistendola anche nel corso delle lezioni. Da circa un mese ogni volta che arrivo nel parcheggio delle autovetture antistante l'università, trovo un signore che, senza la
concessione per l'occupazione del parcheggio riservato ai disabili, sosta
con la sua autovettura nel parcheggio medesimo abusivamente. Alla mia richiesta di non occupare il parcheggio ha obiettato che poteva farlo in quanto il segnale non era regolamentare essendo sprovvisto della indicazione dell'ordinanza sindacale sul retro, così come prevede il nuovo codice della strada. Ho telefonato all'ufficio segnaletica stradale del comune dove mi hanno confermato la validità del segnale così come sancito da due sentenze della Corte di Cassazione. Chi ha ragione?
Salvatore De Luca, Viterbo

Nella sentenza n. 6474 del 18 maggio 2000, la Cassazione, sezione III, dichiara che: "Col secondo motivo viene denunciata violazione dell'art. 77, comma 7, del regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada, nonché insufficiente e contraddittoria motivazione per avere il pretore ritenuto irrilevante la mancanza, sul retro del segnale stradale che prescriveva il limite di velocità, di gran parte delle indicazioni obbligatorie prescritte dalla indicata disposizione, erroneamente opinando che la scritta "Anas" ed il marchio della ditta che aveva fabbricato il segnale fossero sufficienti "per escludere che potesse trattarsi di un cartello abusivamente apposto". Sostiene che, non essendo provata la legalità della prescrizione segnaletica, neppure risultava provata la responsabilità dell'Esposito. 2.2. Anche tale censura è infondata. Il pretore, con accertamento di fatto niente affatto illogico, ha ritenuto che il cartello fosse autentico. Il ricorrente non assume che, in ragione della insufficienza delle indicazioni (sul retro) del segnale, egli non avesse potuto cogliere il contenuto della prescrizione (regolarmente raffigurata sul davanti), al cui rispetto era dunque tenuto, non essendo dall'art. 77, comma 7. reg. c.d.s. previsto che la omissione delle indicazioni formali dalla stessa disposizione contemplate esima l'utente della strada dall'obbligo di rispettare la prescrizione espressa dal segnale. Quelle indicazioni hanno infatti lo scopo di consentire agli stessi organi della pubblica amministrazione di controllare la regolarità della fabbricazione e della collocazione del segnale; e di rimuovere quelli apposti da soggetti che siano privi del relativo potere o che lo abbiano esercitato in violazione delle disposizioni che ne fissano le modalità di esercizio. 3. Il ricorso va conclusivamente rigettato. Non avendo l'intimato prefetto svolto attività difensiva, non sussistono i presupposti per provvedere sulle spese."
Sul punto si è recentemente espresso il GdP di Genova: "Le scritte sul retro del cartello non possono considerarsi assoggettate a regolamentazione cogente, avendo avuto il legislatore testualmente limitare alla sola "parte anteriore visibile agli utenti" una tutela privilegiata nei confronti di varianze o difformità (?)
Altre sentenze della Cassazione hanno stabilito che una difformità del cartello rispetto alle prescrizioni normative determina l'illegittimità del segnale solo quando questa differenza sia tale da rendere il cartello inidoneo ad assolvere la funzione assegnatagli. Le consiglio di richiedere la rimozione forzata del veicolo in sosta abusiva.

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti   

 
+1 #1 abusiLeonardo Bonfigli 2012-05-18 14:18
VIVO IN UN CONDOMINIO ATER E RISPETTO I DISABILI MA RIGETTO L'ARROGANZA
IN UN PARCHEGGIO PRIVATO ATER SONO STATI EFFETTUATI PARCHEGGI PERSONALI PER DISABILI IL BELLO è CHE I DISABILI SONO RINCHIUSI IN CASE DI CURA ALTRI LO USANO PER LA NIPOTE E VIA .........
IL POSTO PERSONALE DOVREBBE ESSERE PER PERSONA ALLA GUIDA CON VEICOLO SPECIALE E NON PER I SOLITI PARENTI
IL COLMO I POSTI SONO DISTANTI DAL PORTONE MA IN PERFETTA OMBRA
VERGOGNA
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Voglio Diventare Socio

Chi è online

Abbiamo 12 visitatori e nessun utente online