Get Adobe Flash player

Cultura vacanza sport tempo libero

MUSEO DEL BALI'

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

IL MUSEO DEL BALI’ - Un giorno andando per stelle

 

La settecentesca villa del Balì ospita un centro interamente dedicato al mondo della scienza, il Museo del Balì.

Attraverso uno spazio espositivo e diversi laboratori è possibile scoprirsi scienziati a qualsiasi età. Inoltre l’osservazione del cielo sotto la cupola del planetario di 8 metri vi farà assaporare le meraviglie di una notte stellata e tanto altro ancora.

Il museo si trova a Saltara, sulla strada che da Fano porta ad Urbino.

Se siete incuriositi dal mondo delle stelle consultate il sito www.museodelbali.org.

Il museo non ha barriere architettoniche fatta eccezione per l’osservatorio ed è interamente fruibile dai disabili.

 

                                                             cartina bali.jpg - 20.48 Kb

                                                       

Una splendida villa settecentesca che domina la valle del Metauro dall'alto delle colline tra Fano e Urbino è stata completamente ristrutturata per aprire le sue porte alla scienza da toccare e sperimentare.

Scienza da toccare, scienza da vedere, scienza da ascoltare
Un museo dove si può scoprire quella parte della scienza che spesso è più trascurata, perché erroneamente considerata troppo difficile: la fisica, la matematica e l'astrofisica. Partendo dalla sfida di rendere accessibili concetti complessi, nasce l'idea di progettare il museo come un percorso che dai principi della percezione conduca a indagare sulla natura della luce e poi, dopo aver accennato ad alcuni temi chiave dalla meccanica, accompagni il visitatore attraverso l'astronomia e l'astrofisica in una sorta di percorso iniziatico che mette in discussione la nostra ingenua concezione del mondo.

Toccare per credere
All'ingresso del museo un pendolo di Foucault indica come, per "fare" scienza, occorra andare al di là dei nostri sensi; la rotazione della Terra è un fenomeno lungi dalla nostra naturale percezione del mondo, più volte previsto teoricamente, ma provato solo da Foucault. Nella successione delle 35 sale la nostra percezione del mondo e dei fenomeni fisici viene messa più volte in crisi, grazie a camere distorte e gallerie delle illusioni ottiche.

Un presente dalle radici in un lontano passato
Sebbene di norma i musei hands-on non siano organizzati in un percorso lineare ma siano open space, cioè spazi in cui ci si può muovere liberamente, la stessa struttura della villa ha suggerito di predisporre un percorso che dalle sale al piano terra conduca al piano superiore al Planetario. La vocazione astronomica di questo luogo ha origine in un lontano passato. Nel Cinquecento, quando astronomia, astrologia e alchimia erano ancora intrecciate nella nascente scienza moderna, la villa era proprietà della nobile famiglia dei Negusanti di Fano. Dediti allo studio della natura, i Negusanti avevano fatto costruire quattro torrette per le osservazioni della volta celeste.

Un presente dalle radici in un lontano passato
L'offerta didattica del museo comprende una serie di laboratori in cui, con percorsi interdisciplinari, si tratta di architettura, storia, fisica, chimica, astronomia e sviluppo sostenibile. L'offerta si completa di corsi di formazione per insegnanti a carattere monografico per rendere le "scienze dure" appetibili e comprensibili e, soprattutto, divertenti. Un osservatorio astronomico, una sala convegni e uno spazio per le mostre temporanee ampliano l'offerta del Museo. La villa del Balí é dotata, inoltre, di una foresteria con annesso ristorante, i borghi fortificati e la natura circostante offrono agli escursionisti molti percorsi di notevole interesse.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Voglio Diventare Socio

Chi è online

Abbiamo 82 visitatori e nessun utente online