Get Adobe Flash player

Agevolazioni Fiscali Aggiornate 2017

AGEVOLAZIONI FISCALI PER MEZZI E BENI PER DISABILI

(Aggiornato al 2017)

 

Legge 5 febbraio 1992, n. 104

quello che segue è il testo vigente dopo le ultime modifiche introdotte dalla Legge 8 marzo 2000, n. 53, dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, dalla Legge 4 novembre 2010, n. 183 (art. 24) e dal decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito in legge con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 114 ed infine dal Decreto Legislativo13 aprile 2017, n. 66.

 

…….omissis……

27. Trasporti individuali. - 1. A favore dei titolari di patente di guida delle categorie A, B, o C speciali, con incapacità motorie permanenti, le unità sanitarie locali contribuiscono alla spesa per la modifica degli strumenti di guida, quale strumento protesico extra-tariffario, nella misura del 20 per cento, a carico del bilancio dello Stato.

2. Al comma 1 dell'articolo 1 della legge 9 aprile 1986, n. 97, sono soppresse le parole: ", titolari di patente F" e dopo le parole: "capacità motorie," sono aggiunte le seguenti: "anche prodotti in serie,".

3. Dopo il comma 2 dell'articolo 1 della citata legge numero 97 del 1986, è inserito il seguente:

"2-bis. Il beneficio della riduzione dell'aliquota relativa all'imposta sul valore aggiunto, di cui al comma 1, decade qualora l'invalido non abbia conseguito la patente di guida delle categorie A, B o C speciali, entro un anno dalla data dell'acquisto del veicolo. Entro i successivi tre mesi l'invalido provvede al versamento della differenza tra l'imposta sul valore aggiunto pagata e l'imposta relativa all'aliquota in vigore per il veicolo acquistato."

4. Il Comitato tecnico di cui all'articolo 81, comma 9, del testo unico delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 15 giugno 1959, n. 393, come sostituito dall'articolo 4, comma 1, della legge 18 marzo 1988, n. 111, è integrato da due rappresentanti delle associazioni delle persone handicappate nominati dal Ministro dei trasporti su proposta del Comitato di cui all'articolo 41 della presente legge.

5. Le unità sanitarie locali trasmettono le domande presentate dai soggetti di cui al comma 1 ad un apposito fondo, istituito presso il Ministero della sanità, che provvede ad erogare i contributi nei limiti dell'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 42.

__________________________________________________________________

 

IVA al 4% Legge 104: le agevolazioni per gli acquisti

Nota di Noemi Ricci, 14 Agosto 2017

Le persone che presentano handicap gravi ai sensi della Legge 104/1992 possono accedere ad alcune agevolazioni fiscali specifiche. Tra queste vi è l’applicazione dell’aliquota IVA agevolata al 4% sui alcuni acquisti.

Acquisto auto con IVA al 4%

Entrando nel dettaglio, l’IVA al 4% (invece che al 22%) prevista dalla Legge 104 è applicabile in caso di acquisto di auto da parte della persona disabile o del familiare che l’ha fiscalmente a carico. Per lo stesso acquisto spetta anche una detrazione dall’IRPEF pari al 19% del costo sostenuto su una spesa massima di 18.075,99 euro, utilizzabile per un solo veicolo.

L’aliquota IVA agevolata spetta per veicoli nuovi o usati. Non ci sono, ai fini IVA, limiti di valore, ma limiti di cilindrata: fino a 2.000 cc, se a benzina, fino a 2.800 cc, se con motore diesel.

L’agevolazione spetta per un solo veicolo nel corso di quattro anni, è possibile riottenere il beneficio solo se il veicolo per il quale si è beneficiato della detrazione risulti precedentemente cancellato dal PRA, perché destinato alla demolizione.

La detrazione fiscale e l’IVA agevolata spettano anche per le spese di riparazione degli adattamenti realizzati sulle autovetture delle persone con disabilità e alle cessioni dei ricambi relativi agli stessi adattamenti.

Altri beni soggetti ad IVA al 4%

IVA agevolata inoltre per le spese per i mezzi necessari per l’accompagnamento, la deambulazione, il sollevamento (quali, per esempio, trasporto in ambulanza del portatore di handicap, acquisto di poltrone per inabili e minorati non deambulanti e apparecchi per il contenimento di fratture, ernie e per la correzione dei difetti della colonna vertebrale, acquisto di arti artificiali per la deambulazione, costruzione di rampe per l’eliminazione di barriere architettoniche esterne ed interne alle abitazioni, trasformazione dell’ascensore adattato al contenimento della carrozzella).